Hai un account Facebook o Google+?

 

news

 
clicca sul giorno per avere maggiori dettagli
« »

mar 2017

L M M G V S D
27
28
01
 
02
 
03
 
04
 
05
 
06
 
07
 
08
 
09
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31
 
01
02
   
Feriale
08:30 - 13:0015:30 - 20:00
orario sia invernale che estivo 
   
Sabato
08:30 - 13:0016:00 - 19:45
 
   
Festivo
 
 
Dietro l’insegna Rete Farmacisti Preparatori c’è un gruppo di farmacisti italiani in prima linea nel consiglio, nella selezione e nella proposta di prodotti e servizi dedicati alla cura della persona di alta qualità. 
Insieme dedichiamo passione, tempo, impegno, ricerca e risorse per rispondere in maniera completa alle esigenze di salute e benessere di tutti.

Xenical: Usi, effetti collaterali e altro ancora

Che cos'è Xenical?

Xenical contiene il farmaco Orlistat. Si tratta di un farmaco blocca-grassi che agisce a livello intestinale per ridurre l’assorbimento dei grassi alimentari. Può contribuire a ridurre fino al 30% dei grassi assorbiti nell’intestino dal cibo consumato. È un farmaco che può essere assunto prima, durante o entro un’ora dal pasto. Riducendo la quantità di grassi assorbiti dagli alimenti consumati, aiuta a ridurre la quantità di calorie assunte con quel pasto. I grassi hanno la maggior quantità di calorie per grammo rispetto alle proteine e ai carboidrati, quindi, contribuendo a ridurre la quantità di grassi assorbiti, può aiutarci a seguire una dieta più controllata dal punto di vista calorico e a raggiungere i nostri obiettivi di perdita di peso.
Xenical, o Orlistat, è un farmaco soggetto a prescrizione medica. Ma è possibile acquistarlo senza ricetta online.

Xenical Prezzo

Come si usa Xenical?

Xenical può essere assunto insieme a un farmaco soppressore dell’appetito.
Xenical agisce riducendo la quantità di grassi assorbiti dai pasti consumati. Pertanto, questo grasso passa non digerito attraverso l’intestino. Con una dieta normale, questo non provoca effetti collaterali. Tuttavia, se la dieta è particolarmente ricca di grassi, è possibile che si verifichino effetti collaterali a livello gastrointestinale. Il medico NSC può discuterne con lei se questi effetti sono preoccupanti.
Xenical può essere assunto prima, durante o entro un’ora dal pasto. Non è necessario assumere Xenical sempre prima di ogni pasto. Il farmaco agisce contribuendo a ridurre la quantità di grassi assorbiti dall’intestino. Pertanto, è meglio assumere Xenical in prossimità di un pasto che si sa essere particolarmente grasso, oppure se si esce al ristorante o si intrattengono clienti aziendali con la propria professione, può essere uno strumento utile, poiché spesso nei ristoranti non si può controllare il modo in cui il cibo viene cucinato e spesso può essere piuttosto ricco di grassi.
Xenical può essere utilizzato da solo per aiutare a ridurre la quantità di calorie assorbite dai pasti che si consumano.

Effetti collaterali

I principali effetti collaterali del farmaco sono di natura gastrointestinale e comprendono steatorrea (feci oleose e sciolte con flatus eccessivo dovuto ai grassi non assorbiti nell’intestino crasso), incontinenza fecale e movimenti intestinali frequenti o urgenti. Per ridurre al minimo questi effetti, è necessario evitare gli alimenti ad alto contenuto di grassi; il produttore consiglia ai consumatori di seguire una dieta a basso contenuto di grassi e a ridotto contenuto calorico. Le feci grasse e la flatulenza possono essere controllate riducendo il contenuto di grassi nella dieta a circa 15 grammi per pasto. Il manuale di Alli chiarisce che il trattamento con orlistat comporta una terapia di avversione, incoraggiando l’utente ad associare il consumo di grassi agli effetti spiacevoli del trattamento.

Gli effetti collaterali sono più gravi all’inizio della terapia e possono diminuire di frequenza con il passare del tempo; è stato anche suggerito che la diminuzione degli effetti collaterali nel corso del tempo possa essere associata all’osservanza a lungo termine di una dieta a basso contenuto di grassi.

Il 26 maggio 2010, la Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato una revisione dell’etichetta di Xenical per includere nuove informazioni di sicurezza sui casi di gravi lesioni epatiche che sono stati segnalati raramente con l’uso di questo farmaco.

Un’analisi di oltre 900 consumatori di orlistat in Ontario ha mostrato che il loro tasso di lesioni renali acute era più che triplo rispetto ai non consumatori. Si ipotizza che il meccanismo alla base di questo effetto sia l’eccessivo assorbimento di ossalato dall’intestino e la sua successiva deposizione nel rene; l’eccessivo assorbimento di ossalato è una conseguenza nota del malassorbimento dei grassi.

Uno studio dell’aprile 2013 pubblicato sul British Medical Journal ha esaminato 94.695 pazienti che hanno ricevuto orlistat nel Regno Unito tra il 1999 e il 2011. Questo studio non ha mostrato alcuna evidenza di un aumento del rischio di lesioni epatiche durante il trattamento. Le conclusioni sono state:

L’incidenza di lesioni epatiche acute era più elevata nei periodi immediatamente precedenti e immediatamente successivi all’inizio del trattamento con orlistat. Ciò suggerisce che l’aumento del rischio di lesioni epatiche osservato in relazione all’inizio del trattamento può riflettere cambiamenti nello stato di salute associati alla decisione di iniziare il trattamento piuttosto che un effetto causale del farmaco.

Effetti collaterali a lungo termine

Nonostante un’incidenza più elevata di cancro al seno tra le persone che assumono orlistat nei primi dati di studi clinici raggruppati — la cui analisi ha ritardato la revisione di orlistat da parte della FDA — uno studio di due anni pubblicato nel 1999 ha riscontrato tassi simili tra orlistat e placebo (0,54% contro 0,51%), e l’evidenza che i tumori erano precedenti al trattamento in 3 delle 4 partecipanti che li avevano. Uno studio in vitro ha dimostrato che l’introduzione di preparati specifici contenenti orlistat, ovvero la somministrazione contemporanea di orlistat e dell’anticorpo monoclonale trastuzumab, può indurre la morte cellulare nelle cellule del cancro al seno e bloccarne la crescita.

L’escrezione di grassi fecali favorisce la carcinogenesi del colon. Nel 2006 sono stati pubblicati i risultati di uno studio di 30 giorni in cui si indicava che l’orlistat al dosaggio di 200 mg/kg di cibo somministrato a ratti che consumavano una dieta ad alto contenuto di grassi e ricevevano due dosi da 25 mg/kg del potente cancerogeno 1,2-dimetilidrazina produceva un numero significativamente più elevato di lesioni coloniche da focolai aberranti della cripta (ACF) rispetto al cancerogeno più la dieta ad alto contenuto di grassi senza orlistat. Si ritiene che le lesioni ACF siano uno dei primi precursori del cancro del colon.

 
 
Back to Top